Comune di Gorgo al Monticano

- Anagrafe canina e cani randagi

Di cosa si tratta

Tutti i cani devono essere iscritti al registro regionale dell'Anagrafe canina e devono avere un microchip, cioè un piccolo dispositivo sottocutaneo che identifica l'animale in modo che, se smarrito, possa essere restituito al legittimo proprietario.

All'Anagrafe canina devono essere comunicati i seguenti eventi:

- trasferimento;

- smarrimento/furto;

- decesso;

- passaggio di proprietà;

- iscrizione cane non presente in Anagrafe Canina Regionale.

Il certificato di iscrizione deve accompagnare il cane in tutti i trasferimenti di proprietà.

Il numero di microchip deve essere riportato anche nel passaporto individuale del cane.

A chi si rivolge

A tutti i possessori di cani.

Come fare

Per l'inserimento del microchip e la prima iscrizione all'Anagrafe Canina ci si deve rivolgere ad un veterinario.

Le successive variazioni vanno comunicate al Servizio Veterinario della ULSS 9 di Treviso, compilando il modulo scaricabile da questa pagina. 

Quando

La nascita di un cucciolo va comunicata entro i primi due mesi di vita. Oltre tale data, i cani, se identificati, devono comunque essere registrati.

Il trasferimento, il passaggio di proprietà, lo smarrimento/furto, il decesso dell'animale va comunicato entro 15 giorni dall'avvenimento.

Dove rivolgersi

Per l'inserimento del microchip rivolgersi ad un veterinario pubblico o libero professionista, abilitato ad accedere all'Anagrafe Canina Regionale.

L'iscrizione all'Anagrafe Canina e le successive variazioni devono essere comunicate al  Servizio Veterinario dell'ULSS 9 di Treviso al quale è possibile rivolgersi per ulteriori comunicazioni o informazioni.

Per saperne di più collegarsi al seguente link della Regione Veneto o al seguente link del Ministero della Salute.

MODULISTICA

MODULO DI DENUNCIA ALL'ANAGRAFE CANINA REGIONALE
 

Cani randagi

Ai sensi della Legge n. 281 del 14/08/1991 (legge quadro in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo) e della legge regionale n. 60 del 28/12/1993, in materia di controllo e prevenzione del randagismo, spetta ai Comuni, in forma singola o associata, la gestione dei canili, sia in forma diretta, che tramite convenzione con associazioni protezionistiche.
 
Alcuni Comuni rientranti nell’ambito territoriale delle Aziende U.L.S.S. n. 8 e n. 9, fra i quali il Comune di Gorgo al Monticano, hanno sottoscritto, in data 11 giugno 2013, una Convenzione per la gestione in forma associata del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani, designando il Comune di Ponzano Veneto, ove è dislocata ed attiva idonea struttura di proprietà dell'Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso, quale ente capofila, con il compito di predisporre un capitolato d’appalto, al fine di affidare ad associazione riconosciuta da legge regionale la gara d’appalto per la gestione del rifugio di Ponzano, per un periodo di anni tre.
 
Tale Convenzione è motivata dal fatto che attualmente il servizio viene effettuato presso la sopracitata struttura di proprietà dell’U.L.S.S. a Ponzano Veneto. Conseguentemente  i Comuni stessi hanno ritenuto di doversi associare nei termini della sopraddetta Convenzione dell'11 giugno 2013,  al fine di beneficiare di una gestione unitaria del servizio in argomento.
 
Lla suddetta Convenzione prevede l’avvio del servizio, a far data dal 1 gennaio 2014, per un periodo di tre anni , a seguito gara atta ad individuare il gestore delle attività di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi tra soggetti idonei allo svolgimento di dette attività.
 
La suddetta convenzione è stata prorogata per ulteriori sei mesi.
 
Il Comune di Ponzano Veneto agisce su mandato dei Comuni firmatari della predetta Convenzione dell'11 giugno 2013.
 
L’Azienda U.L.S.S. n. 2 di Treviso proprietaria della struttura “ Rifugio del cane” ubicata in Ponzano Veneto - configurandosi il servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi da parte dei Comuni, un servizio pubblico senza scopo di lucro – si è resa disponibile a concedere in comodato d’uso la struttura stessa al Comodatario individuato nel comune capofila dell’iniziativa, che, ad espletamento della gara d'appalto e come nella stessa previsto, affidandola all'aggiudicatario, che ne assume la gestione e la responsabilità della struttura medesima.
Con riferimento alla convenzione stipulata, si è delegato il comune di Ponzano Veneto alla sottoscrizione del contratto di comodato predisposto dall’Azienda U.L.L.S. n. 9 riguardante l'utilizzo gratuito della struttura, da effettuarsi tramite il gestore aggiudicatario dell'appalto, impegnandosi i Comuni in solido al comune di Ponzano Veneto, ad assumere gli oneri e gli obblighi nei confronti dell'U.L.S.S. n. 9, previsti nel contratto suddetto.
 
Con delibera di Giunta Comunale n. 78 del 30/11/2013, e relativi allegati, si è data delega al comune di Ponzano Veneto per stipula contratto di comodato con l'ente proprietario, Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso, finalizzato all'utilizzo gratuito della struttura denominata "Rifugio del Cane" di Ponzano Veneto.
 
L’Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso, in qualità di proprietaria della struttura “Rifugio del cane”, ha concesso in comodato al Comune di Ponzano Veneto la struttura costituita da un fabbricato, con le annesse opere accessorie, unitamente al terreno di pertinenza di circa 5.500 mq. situato in Comune di Ponzano Veneto in Via Fossa n. 5, e che l’immobile denominato “Rifugio del cane” è regolarmente autorizzato dall’Autorità sanitaria del Comune di Ponzano Veneto, ai sensi dell’art. 24 del D.P.R. 320/54.
 
Il Comune di Ponzano si è impegnato, ad utilizzare il suddetto immobile esclusivamente al fine dell’espletamento del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani - ai sensi della Legge n. 281 del 14/08/1991 (legge quadro in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo) e della legge regionale n. 60 del 28/12/1993.
 
Il servizio di gestione del canile di Ponzano è stato affidato, a seguito di gara d’appalto, all’E.N.P.A. di Treviso che è subentrato a far data dal 30/12/2013 all’Associazione Trevigiana per la Difesa del Cane.
 
Resta di competenza della struttura sanitaria dell’ULSS n. 9, ora Azienda ULSS n. 2 Marca Trevigiana, la procedura di cattura, identificazione, microcippatura e vaccinazione dei cani randagi.

- Tariffario Unico Regionale delle prestazioni rese dall'ULSS